Baia, nell’ex stazione il primo Museo Virtuale in Italia del Parco Archeologico Sommerso

“È dentro l’ex stazione! Bacoli avrà il primo Museo Virtuale in Italia del Parco Archeologico Sommerso più grande al mondo. Quello di Baia, la città romana in fondo al nostro mare. La si potrà ammirare, nei suoi fasti imperiali, comodamente seduti in poltrona. Con un visore, in piazza. Alla scoperta della città sommersa, in 3D. Tra il Tempio di Diana ed il porto. La inaugureremo domenica 18 febbraio, ore 17. Con tante autorità, tanti cittadini. Abbiamo recuperato l’ex biglietteria della stazione Cumana, da troppi anni abbandonata. Era un luogo anonimo, perduto. E la stiamo trasformando in un piccolo museo. Grazie alla sinergia tra pubblico e privato. Un progetto di partenariato, utile alla valorizzazione del nostro patrimonio archeologico. Comune di Bacoli e Baiae Experience. Sorgerà proprio accanto l’ingresso dell Terme di Baia. Sorgerà proprio subito dopo l’ex tunnel su cui passava il treno. Lì dove verrà una piacevole passeggiata che collegherà questo spazio con la nuova stazione. Sbloccati i lavori, dopo decenni, sarà pronta entro la fine di quest’anno. La nuova stazione di Baia. La prima stazione archeologica della Cumana. Meraviglia. Ci vediamo domenica, ore 17. Prima il taglio del nastro. Poi, tanta bella musica. Così diamo ancora più bellezza all’ingresso del nostro paese. Ringrazio l’assesore Vittorio Ambrosino. Ringrazio Lello Di Francia e Nicolai Lombardo. Insieme, è più bello. Un passo alla volta”. Lo ha scritto su Facebook il sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione.

Lascia un commento