Campania da domenica torna in zona arancione: ecco cosa si potrà fare

l Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in giornata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dalla prossima domenica domenica 21 febbraio. Passano in area arancione le regioni Campania, Emilia Romagna e Molise.

La Provincia Autonoma di Bolzano e l’Umbria dovrebbero passare al rosso anche se in parte già lo erano con ordinanze regionali. Intanto, la Valle d’Aosta potrebbe invece essere la prima a diventare bianca, nel caso in cui venisse confermata per la terza settimana consecutiva l’incidenza di meno di 50 persone positive su 100 mila abitanti, requisito necessario per passare al livello più basso della scala cromatica.

Un destino già scritto

Una decisione che il governatore De Luca aveva anticipato nelle ultime ore parlando di “immagini da brivido” negli ultimi giorni, “gente in strada quasi sempre senza mascherina, zero controlli, alcune grandi città della Campania abbandonate a se stesse”.

Leggi anche: La preoccupazione di De Luca: “Campania verso la zona arancione”

https://www.lasud.eu/2021/02/19/covid-la-preoccupazione-di-de-luca-la-campania-verso-la-zona-arancione/

Il malcontento dei ristoratori

Intanto, la notizia non è stata accolta bene da ristoratori e gestori di bar della Campania, come era facile immaginare. “Tornare in zona arancione è una mazzata terribile. Stavamo lavorando un po’ a pranzo per pagare i debiti, restare a galla, una nuova chiusura è difficilissima da reggere per tutti i ristoratori ormai” ha dichiarato Massimo Di Porzio, presidente del ristoratori di Confcommercio a Napoli e titolare della pizzeria “Umberto” a Chiaia.

Zona arancione: cosa si può fare? L’infografica

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.