Brevi dall’Italia e dal mondo oggi 27.05.2020

di Francesco Caputi

 

Italia

RECOVERY FUND: 172,7 MILIARDI ALL’ITALIA

Il pacchetto del Recovery Fund proposto dalla Commissione europea per l’Italia ammonta a 172,7 miliardi di euro. Lo apprende l’ANSA da fonti ben informate. 81,807 miliardi sarebbero versati come aiuti e 90,938 miliardi come prestiti. (Fonte ANSA)

MELONI: “ABBIAMO BISOGNO DI LIQUIDITÀ”

“L’Unione europea ci sta dando molti problemi, noi abbiamo bisogno di liquidità subito. Vediamo oggi la proposta su Recovery Fund ma siamo abbastanza lontani. Il Fondo monetario internazionale ha uno strumento come i diritti speciali di prelievo, che vuol dire liquidità che verrebbe poi distribuita in quota parte. Il Financial Times ha proposto di usare questo strumento e secondo i calcoli all’Italia toccherebbero 40 miliardi e in questo caso non sarebbe un prestito. Non capisco perché il governo italiano non provi questa strada”. Lo ha detto la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni a Radio 24.

MINACCE E INSULTI, AZZOLINA SOTTO SCORTA

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina è stata messa sotto scorta. Da alcuni giorni riceve sui social minacce e insulti. “Ognuno è giusto che esprima le proprie idee, il confronto è sempre sano e democratico, ma trovo inqualificabili gli insulti sessisti che sono stati rivolti nelle ultime settimane alla ministra Azzolina. Lucia è stata attaccata e minacciata, tanto che da qualche giorno le è stata assegnata anche una scorta. A lei va la mia totale vicinanza”, ha scritto su Facebook Luigi Di Maio, commentando la notizia.

GOVERNATORE FONTANA SOTTO SCORTA

Anche il governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana è finito sotto scorta. La decisione è stata presa dalla prefettura di Varese dopo che “il clima intorno al governatore lombardo si è fatto incandescente”.

 

Esteri

STATI UNITI, AFROAMERICANO UCCISO DALLA POLIZIA, SCONTRI A MINNEAPOLIS

A Minneapolis centinaia di persone sono scese in piazza per manifestare a seguito della morte di George Floyd. L’uomo è morto dopo esser stato bloccato a terra dalla polizia. La vicenda è stata filmata da un passante. Nel video si vede uno degli agenti che preme con il ginocchio il collo dell’uomo bloccato a terra. “Lasciatemi, non riesco a respirare”, dice Floyd. “Non riesco a respirare, non riesco a respirare, vi prego”, continua a dire più volte, sofferente. Ma l’agente non lo ascolta, e continua a premere il collo di Floyd con il ginocchio, finché l’afroamericano perde conoscenza. Anche i passanti protestano di fronte alla violenza della polizia, ma invano. Quando arriva l’ambulanza, è ormai troppo tardi: Floyd morirà poco dopo. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo era sotto l’influenza di stupefacenti e gli agenti gli avevano ordinato di scendere dalla sua macchina. Floyd avrebbe opposto resistenza e i poliziotti lo hanno così bloccato a terra.

“Questa e’ la decisione più giusta”, ha detto il sindaco di Minneapolis. “Quello che ho visto è terribile. Quell’uomo non avrebbe dovuto morire. Essere un nero in America non dovrebbe essere una sentenza di morte”, ha aggiunto.

Alla manifestazione si sono verificati scontri con la polizia. Gli agenti hanno anche fatto uso di gas lacrimogeni. “Questo è il motivo per il quale protestiamo”, ha scritto su Instagram Lebron James, campione dei Los Angeles Lakers, pubblicando un post nel quale mette a confronto l’immagine del poliziotto che soffoca George Floyd col ginocchio e quella dell’inginocchiamento del giocatore di football americano Colin Kaepernick durante l’inno nazionale, come atto di protesta contro il presidente Donald Trump.

Sulla vicenda si è espresso anche il candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden. “La famiglia di George Floyd merita giustizia”, ha scritto su Twitter. “ Sono grato per la prontezza con cui sono stati licenziati gli agenti coinvolti che meritano di essere ritenuti responsabili per le loro vergognose azioni”.

Sul caso attualmente stanno indagando le autorità statali e federali, ma non è stato ancora formulato alcun capo d’accusa.

TRUMP: “I SOCIAL MEDIA CENSURANO I CONSERVATORI”

“I Repubblicani sentono che le piattaforme dei social media mettono completamente a tacere le voci dei conservatori. Faremo dei regolamenti oppure li chiudiamo, perché non possiamo permettere che questo accada. Abbiamo visto cosa hanno cercato di fare, e non è riuscito loro, nel 2016. Non possiamo permettere che ciò accada di nuovo, in maniera più sofisticata. Proprio come non possiamo permettere che elezioni per posta mettano radici nel Paese”. E’ quanto ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

MIGRANTI MORTI IN UN CAMION FRIGORIFERO, 26 ARRESTI

Sono state arrestate 26 persone dalla polizia belga nell’ambito dell’indagine sulla morte di 39 migranti vietnamiti trovati in un camion frigorifero in Gran Bretagna. Altre 16 persone sono state fermate in Francia. Gli inquirenti spiegano che si sospetta che le persone arrestate gestiscano una rete di traffico di esseri umani.

HONG KONG: OLTRE 300 ARRESTI

La polizia di Hong Kong ha arrestato oltre 300 manifestanti che protestavano contro la legge cinese sulla sicurezza nazionale, che sarà votata domani a Pechino. I manifestanti sono stati accusati di manifestazione non autorizzata e possesso di armi offensive.

TAIWAN: AIUTI PER I RIFUGIATI DA HONG KONG

La presidente di Taiwan Tsai Ing-wn e il premier Su Tseng-chang hanno annunciato che il governo aiuterà i rifugiati che arriveranno da Hong Kong. Verrà finanziato dal governo un piano focalizzato sul diritto di residenza, accoglienza e cura per gli abitanti di Hong Kong che cercheranno rifugio a Taiwan.

GRECIA: RAFFORZATI I CONTROLLI AL CONFINE CON LA TURCHIA

La Grecia invierà “per precauzione” 400 agenti di polizia al confine con la Turchia, per fermare eventuali nuovi afflussi di migranti. Il governo greco teme infatti una seconda ondata di migranti dalla Turchia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.