Avellino: esplode condotta Alto Calore, mezza città senza acqua – VIDEO

Ancora un disservizio per l’Alto Calore, ad Avellino. All’alba di questa mattina, infatti, una condotta esplosa, per cause ancora sconosciute, sulla collina dei Cappuccini, ad Avellino, ha lasciato i rubinetti di mezza città a secco.

La problematica  aggiunge una criticità all’emergenza Coronavirus, che tra i principali punti di prevenzione pone l’igiene personale al primo punto.

Tonnellate di acqua, nel frattempo che i tecnici dell’Alto Calore risolvano il problema, si sta riversando in strada. Uno spreco enorme. Sul luogo dell’incidente, come riportato dal quotidiano Ottopagine, per capire di persona cosa stia accadendo, anche il sindaco di Avellino Gianluca Festa: “Ci auguriamo che al più presto si effetti la riparazione. Contiamo che nel giro poche ore si ritorni alla normalità. Tenteremo di risolvere in giornata, grazie all’aiuto dei vigili del fuoco che ci hanno dato una mano”.

Intanto la città è rimasta a secco, senza che l’Alto Calore si sia premurato di offrire un minimo di comunicazione all’utenza, lasciata senza indicazioni. In tanti questa mattina hanno affollato il centralino dell’Alto Calore di corso Europa per sapere i motivi e i tempi del guasto ma a causa di un intasamento delle linee, non è stato possibile parlare con gli operatori.

Intanto, la direttrice generale della Asl di Avellino commenta i dati del Coronavirus: “La situazione è critica”. (GUARDA IL VIDEO)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.