Disagi circumvesuviana: eccessivi ritardi ed assenza di comunicazione

Rabbia, polemiche, tanta ironia (“se fosse il titolo di un film si chiamerebbe ‘Viaggio allucinante'”) nei commenti dei pendolari della Circumvesuviana, la linea ferroviaria che collega decine di comuni in Campania, in particolare nel Napoletano, che hanno vissuto un’altra mattinata di fortissimi disagi dopo peraltro un lungo periodo di gravi disservizi.

Tra gli utenti, studenti e lavoratori, c’è chi parla di vero e proprio disastro per caratterizzare la situazione di queste ore di spostamenti sui treni della Circum gestita dalla società Eva.

Soppressioni di corse ma soprattutto ritardi consistenti stanno provocando ripercussioni su tutte le tratte da e per Napoli.

In alcuni casi ci sono fino a 30 minuti di ritardi sulle corse, oltre a soppressioni spesso non annunciate nelle stazioni.

I viaggiatori denunciano infatti anche l’assenza della pur minima comunicazione a chi è in attesa sulle banchine.

Ci sono viaggiatori della linea Poggiomarino-Pompei giunti a Napoli due ore e mezza dopo essere arrivati in stazione perchè due treni sono stati successivamente soppressi – senza comunicazione in alcune stazioni – e il terzo è arrivato con oltre mezz’ora di ritardo a destinazione.

Tensione tra lavoratori e studenti, con proteste anche vibranti come quelle registrate a Torre del Greco, una delle città a più alta densità abitativa tra quelli serviti sulle linee gestite dall’Ente autonomo Volturno: ”Stamattina – lamentava un genitore all’addetto presente allo sportello – mio figlio e tanti suoi compagni sono arrivati a scuola con quasi un’ora di ritardo, senza che nessuno informasse dei problemi l’istituto.

Non è la prima volta e con questo andazzo questi alunni rischiano una nota”.

I disagi, a quanto si apprendere dal sindacato Orsa, sarebbero dovuti dalla carenza di ‘materiale rotabile’, cioè convogli: “Questa mattina – informa Gennaro Conte, referente della sigla sindacale – uno dei primi treni in transito si è rotto.

In generale però quanto sta succedendo oggi è dovuto alla mancanza di materiale.

Un’ennesima contraddizione per un’azienda che proprio ieri ha presentato il piano per attivare le reti wi-fi nelle stazioni della Circumvesuviana.

Come a dire che gli utenti potranno usufruire di internet gratuitamente nelle lunghe attese alle fermate”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.