Falsi incidenti, 18 avvocati agli arresti domiciliari. Indagine della Procura di Napoli

Diciotto avvocati sono  finiti agli arresti domiciliari al termine di indagini su false testimonianze e false denunce: associazione per delinquere finalizzata alle truffe assicurative finalizzata ai falsi sinistri.

100 euro a prestazione, 2.800 pratiche

Sette arresti in carcere. 19 misure cautelari agli arresti domiciliari. Questo il bilancio di un’operazione effettuata dagli agenti della polizia municipale nei confronti di avvocati che attraverso i loro studi legali svolgevano il ruolo di “collettore”. Sono 18 quelli coinvolti nella maxi truffa fatta ai danni delle compagnie assicurative, che è stata scoperta dalla polizia urbana di Napoli al termine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli. Secondo quanto emerso dal complesso e articolato lavoro investigativo, ad ogni testimone falso. assoldato, venivano corrisposti 100 euro a prestazione. Sono state riscontrate 2800 pratiche, con 2200 giunte quasi a chiusura, per una truffadi diversi milioni di euro. In corso ci sono ulteriori approfondimenti.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.