Roland Garros: il sogno di Cecchinato

Marco Cecchinato gioca l’attesa semifinale – contro Dominic Thiem – al Roland Garros, 40 anni dopo Corrado Barazzutti tra gli uomini. Nell’altra semifinale Rafa Nadal se la vedrà con la mezza sorpresa Juan Martin Del Potro che ha fatto fuori il n.3 del seeding, Marin Cilic. Il 25enne palermitano alla vigilia ha incontrato il suo idolo da ragazzo, quel Marat Safin, ex n.1 del mondo che sarà in tribuna sullo Philippe Chatrier per assistere alla sfida con Dominic Thiem. “Sara’ una grande emozione e un grande onore”, ha detto Cecchinato che si gode i complimenti del russo: “Sono rimasto impressionato dal gioco di Marco, contro Djokovic era la prima volta che lo vedevo e non pensavo fosse così forte – le parole di Safin – Nel quarto set c’è stato un momento in cui sembrava poter perdere, ma in quel frangente ha mostrato grande forza. In semifinale credo che possa creare qualche problema a Thiem, hanno un modo di giocare simile ma il carattere è diverso”. E con la piccola curiosità di ritrovare, dopo ben 16 anni, due tennisti con il rovescio a una mano, colpo che sembrava finito in soffitta, Federer a parte. Il pronostico sulla carta parla austriaco ma il Marco visto in questi giorni contro Carreno-Busta, Goffin e Djokovic è pronto a stravolgerlo ancora. Cecchinato ha iniziato il Roland Garros da n.72 e già così da lunedì prossimo sarà n.27 Atp. Insomma, mai dire mai. (ANSA)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.