Sanità, spunta un dossier dei Verdi: “Il 70% degli assunti parente di dipendenti”

Il 70% degli assunti tramite le agenzie interinali sono parenti di infermieri, amministrativi e medici degli ospedali o delle asl dove lavorano: questo emerge da un dossier dei Verdi della Campania sulla cosiddetta “parentopoli” nel settore della sanità. Stando al controllo dei primi 100 nomi di interinali assunti a chiamata diretta, senza alcun concorso, ben 71 hanno parentele e, come spiega Francesco Emilio Borrelli dei Verdi, ” è giusto capire se si tratti solo di un caso o se sia stata messa in atto una vera e propria parentopoli”.

Nel dossier vengono elencati anche gli sprechi di soldi e i tentativi di stabilizzare personale assunto a chiamata diretta senza fare concorsi: la gara che ha indetto il Cardarelli di Napoli per reclutare 76 infermieri ha previsto una spesa di oltre 16 milioni di euro per tre anni, il che significa – come riportato  nel dossier – che per ogni anno si spendono oltre 70 mila euro per coprire i costi del lavoro di un infermiere, mentre, per assumerlo a tempo indeterminato, basterebbe meno della meta’ dei soldi, risparmiando così oltre 3 milioni di euro all’anno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.